Salento

Soleto: l’alchimista, le streghe e la magia

Salento, terra che strega e affascina con i suoi mille volti, con l’odore del mare sulle coste e le storie misteriose dell’entroterra, che ancora vivono tra vicoli e mura antiche, testimoni silenziosi di riti millenari e leggende. Soleto è il centro più antico del Salento, le sue origini messapiche lo hanno reso famoso grazie al  ritrovamento della mappa salentina più antica, incisa su un vaso...

Salento da bere

Un viaggio nel Salento ci porta a scoprire il fascino e il calore di questa meravigliosa terra, una terra produttiva e feconda circondata dal mare, a tratti incontaminata e tanto affascinante nella sua semplicità. Passeggiando per le campagne assolate, ci imbattiamo in un panorama emozionante, frutto dell’abbondanza della natura e del lavoro della gente che crede fortemente di poter trarre il meglio...

I musei di Nardò

Viaggiare con il corpo e con la mente: due modi differenti per non sentirsi mai alla mercè di sé stessi. Se, secondo il poeta maledetto Baudelaire, il vero viaggiatore parte per partire, allora i viaggi della mente sono importanti al pari di quelli del corpo, perché il pensiero e l’immaginazione possono essere dinamici e affascinanti come la traversata a bordo di una crociera. Forse ci darebbe ragione...

San Paolo e le tarantate

Il tarantismo   Il fenomeno delle tarantate ebbe inizio più di mille anni fa e si protrasse nel Salento all’ incirca fino al 1960, quando furono praticati gli ultimi esorcismi a Galatina, nella Cappella di San Paolo. Oggigiorno le tarantate non esistono più, tuttavia permane la tradizione di recarsi in pellegrinaggio a Galatina nella giornata del 29 Giugno, in occasione della festa dedicata ai...

danza delle spade

La danza delle spade

La danza delle spade a Torrepaduli   Si muove sinuosa la danza delle spade, vestita di canto e tradizione, tracciando nell’ aria sembianze di lotta e raccontando alla gente vecchi segreti. La danza delle spade si ispira ad usanze antiche, quando tra famiglie ci si sfidava a duello per difendere le proprietà terriere e il nome, finché, tempo  dopo, i commercianti che lavoravano nei  mercati...

mappa più antica del Salento

La più antica mappa del Salento

Il ritrovamento del frammento a Soleto   Sono passati diciassette anni da quando Thierry Van Compernolle, sotto il sole rovente di una giornata d’agosto, durante i lavori per uno scavo archeologico, trovò in un’antica casa messapica di Soleto il frammento di un vaso in ceramica che destò la sua attenzione. Non un coccio qualsiasi, ma uno alquanto singolare: frastagliato e smaltato di nero...

Il terremoto di Nardò

Il terremoto di Nardò

La città di Nardò   Nardò è un comune della Provincia di Lecce che sorge nell’ immediato entroterra della splendida costiera ionica. Nominato “città” nel 1952, è ancora oggi fonte inesauribile di storia, cultura e bellezza. Passeggiando per le vie del suo centro storico e per la sua piazza più importante, Piazza Salandra, lo sguardo viene rapito dalle architetture barocche così...

Le Veneri di Parabita

Quali segreti celano i luoghi poco rinomati? Spesso, rivelano realtà impensabili, tracce di storia e di popoli apparentemente lontani ma che, invece, sono radice della modernità e culla della cultura. Un esempio vivo lo troviamo a Parabita, un comune della provincia di Lecce che conta circa 10.000 abitanti e che dista 12 km da Gallipoli, la cosiddetta “città bella”.   Le veneri del...

Il mare del Salento e i suoi benefici

Il mare del Salento e i suoi benefici

I benefici del mare   Il mare del Salento, con le sue spiagge di sabbia fine, acque limpide, orizzonti intensi, regala esperienze indimenticabili ai vacanzieri, li culla e li avvolge in sensazioni di benessere ed equilibrio fisico e mentale, regalando loro un mondo di buoni ricordi da cui attingere felicità nel freddo dell’inverno. Tutti siamo consapevoli di quanto una vacanza sia rigenerante e...

ebrei santa maria al bagno

La storia appesa ai muri: campo n° 34. Ebrei a Santa Maria al Bagno

I profughi ebrei a Santa Maria al Bagno   Arrivarono nel Salento come un flusso migratorio, in quel frangente di vita compreso tra l’orrore dell’Olocausto e la speranza di un giorno nuovo: erano i profughi provenienti dall’Europa dell’Est, in particolare ebrei e polacchi miracolosamente scampati ai campi di sterminio di Auschwitz-Birkenau e Dachau. Alla fine del secondo conflitto mondiale,...

Confronta gli annunci

Confrontare