Salento

Sant' Isidoro

Sant’ Isidoro

Sant’Isidoro, dal cui fondale basso s’intravede un manto di sabbia bianca come la porcellana, è una delle marine di Nardò, affacciata sul versante ionico a guardare tramonti rossi. A pochi passi dalla Palude del Capitano, Sant’Isidoro si colloca all’interno dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo, che inizia dalla località di Punta Prosciutto e finisce a Torre Inserraglio.   Sant'...

La grotta della Zinzulusa

La penisola salentina è ormai nota in tutto il mondo come una delle mete più ambite della Puglia, grazie alle città d’arte, alle grandi distese di sabbia bianca e alle acque cristalline che bagnano le coste. Ma il Salento non è solo questo, è molto di più: le coste e l’entroterra pullulano di luoghi caratteristici dove si può provare l’ebbrezza di nuove esperienze da...

Dolmen e Menhir Salento

Dolmen e Menhir del Salento

Il Salento è una terra calda e piena di risorse, ricca di stupefacenti architetture ma anche di paesaggi rurali dove il progresso non si è ancora insediato. Tra il Mar Ionio e l’Adriatico, come a voler fare da ponte per unire la vastità delle loro acque, c’è un entroterra che parla del vissuto della penisola salentina, attraverso la natura e le tracce del passaggio di chi un tempo lo ha dominato....

Turismo sostenibile Salento

Turismo sostenibile nel Salento

Nell’ultimo decennio il Salento ha registrato un notevole incremento delle presenze turistiche non solo italiane ma anche straniere, fino ad arrivare ad essere, oggi, una delle mete più ambite da coloro che vogliono vivere un’esperienza unica ed avventurosa.   Alla ricerca del contatto con la natura   Sono tanti, infatti, i turisti che vanno alla ricerca di luoghi quasi incontaminati...

Lecce tempio di Iside

Lecce e il tempio di Iside

Gli spazi più impensabili di una città sono nidi di vita e di verità poco immaginabili; qui le finestre del passato si aprono attraverso la bellezza davanti a coloro che ricercano la storia. La città di Lecce, ricca in tutte le sue sfaccettature, è considerata “la Signora del Barocco”, perché questo stile padroneggia sulle facciate di palazzi e chiese, ma pur essendo artificioso, è...

Maria d’Enghien : la contessa di Lecce

Una sua rara immagine fa capolino nella Basilica di Santa Caterina d’Alessandria a Galatina: una donna elegante e dotata di compostezza che sembra seguire con lo sguardo chiunque la osservi. Maria d’Enghien, figlia del conte di Lecce Giovanni d’Enghien e della bella Sancia del Balzo dei duchi d’Andria, nacque nel 1367. Ancora oggi è ricordata dalla città non solo come contessa e regina, ma...

La pietra leccese

La pietra leccese è una roccia calcarea di esclusiva pertinenza del territorio di Lecce e della sua provincia, molto malleabile nella lavorazione ma estremamente resistente allo scorrere del tempo. L’alta percentuale di argilla in essa contenuta la rende una pietra che ben si presta al taglio e che, grazie a tale caratteristica, diventa preziosa nelle sapienti mani dei maestri scalpellini, i quali con...

Il volto dell’amore a Lecce

Il volto che parla d'amore a Lecce Lecce, perla del barocco e palcoscenico di fervide storie di vita e d’amore, pur essendo tanto lontana dalla romantica Verona, ha anch’essa i suoi appassionati Romeo e Giulietta. La loro è una storia che si snoda tra i vicoli del centro storico della città. In pochi la conoscono perché si svela soprattutto a chi ama camminare guardando in su, in cerca di...

I reperti archeologici del Pizzo dell’Aspide

Cosa c’è di più bello di una passeggiata in riva al mare? Spesso, davanti al nostro sguardo distratto sono celati passati inimmaginabili, storie di vita racchiuse nell’accattivante involucro dei paradisi naturali. Il Pizzo dell’Aspide, la lingua di terra che sfacciatamente si protende tra Santa Caterina e Santa Maria al Bagno tuffandosi nel mare blu che le unisce, è il luogo perfetto non solo per...

Torre del Serpe Otranto

La leggenda della Torre del Serpe a Otranto

Sulla costa adriatica sorge il comune italiano più esposto a Oriente: Otranto, una località densa di storia che un tempo era conosciuta come Hydruntum, in onore del torrente Hydrus nella cui valle fa capolino la città, anche se si ipotizza che il suo nome possa derivare, invece, da quello di una zona alta, chiamata Odronto, che si trova nelle immediate vicinanze del porto.   Otranto, porta...

Compare listings

Confrontare